L’estate piovosa del 2014 è stata turbata in Italia (e nel mondo) dal video su YouTube delle’esecuzione di James Foley, giornalista statunitense colpevole di essere cittadino di un governo che sta cercando di fermare con ogni mezzo l’avanzata dell’Isis (movimento jihadista) in Iraq e Siria.

James Foley esecuzione

James Foley esecuzione in video

Come ritorsione dei bombardamenti americani su alcune postazioni militari dello Stato Islamico (così si fanno chiamare) sulla zona al confine tra Iraq e Siria, i terroristi e gurriglieri dell’ISIS hanno giustiziato davanti la videocamera il povero malcapitato Foley, catturato quasi due anni fa.

Il video ha shockato milioni di persone in tutto il mondo, anche se non si vede il momento dell’uccisione.

Il medio oriente è sempre più una polveriera e la guerra imperversa in parecchi stati: dallo storico conflitto tra Israele e la Palestina (Hamas) all’Afghanistan, dalla Siria alla Libia, dall’Iraq al Libano. Anche in Africa, di cui si parla molto meno, ci sono continue stragi, guerre ed atti di terrorismo: sembrano mondo lontani ma in realtà sono dietro l’angolo.


La eco e gli effetti di queste guerre giungono sino a noi, nelle strade, nelle scuole, nelle case e nell’economia.

Annunci

Estate calda per Google, Youtube, HP e la musica in genere. Cominciamo da quest’ultima. I talent show sembrano dare vita al mercato musicale e Google investe sempre più su youtube musica: in questi giorni ha cambiato look alla popolare sezione del portale video e potete vedere che ha diviso il suo sito in tre parte i principali: video, musica e live, che rappresenta la parte dove si trasmettono video in diretta su youtube.

google youtube musica plus

Google plus e youtube musica

Leggi il seguito di questo post »

Sto lavorando a due progetti: il primo è youtube live streaming ed il secondo lavorare nello spettacolo. Cominciamo da quello più affascinante che consiste nella nuova piattaforma di youtube live che consente di trasmettere in diretta dei video in streaming attraverso il grande portale di Youtube.

youtube live streaming : lavoroare spettacolo

Youtube live e lavorare nello spettacolo

Video in streaming con Youtube live : banca dati per lavorare nello spettacolo

In poche settimane dall’inizio della piattaforma ho già trasmesso in diretta su youtube live streaming diversi eventi il più importante è stato il gay pride Roma 2011 che ha visto anche la partecipazione di Lady Gaga al Circo Massimo. Per il momento solo alcuni Partner su invito diretto possono usufruire della piattaforma di streaming live. Vediamo l’altro progetto che riguarda il lavorare nello spettacolo. Leggi il seguito di questo post »

Copyright video youtube

giugno 25, 2009

Ci si potrebbe scrivere una catena di libri sull’argomento, ed il sottoscritto ne ha esperienza diretta sulla propria pelle (pago le quote di associato alla siae, ma quello che di diritto mi spetta non mi arriva).

Youtube (di Google) gioca molto sull’ambiguità anche se dopo la legnata legale (ancora deve finire) del Cavaliere e la messa al muro delle major, si è accordato con tutti a suon di milioni di euro.
Prima diceva, come dice chi vuole marciare sul copyright:” Io metto a disposizione un servizio, poi se i miei visitatori caricano materiale copyright o delinquenziale, sono fatti loro!”
Per un paio di anni gli è andata bene anche perché fregava i non esperti di web marketing dicendo “Io non monetizzo: non ho pubblicità!”.
Chi voleva fregare?
Se io da una pagina di youtube con 1 milione di visite al giorno metto qualche link a “fai una ricerca con google” oppure “iscriviti alla gmail” oppure “prova picasa” e cose del genere, non monetizza?
Per favore…
Poi denunce legali se ne è prese tante.

Gestione del copyright da parte di youtube e google

Ora monetizza esplicitamente, paga qualcosa alle major, ma soprattutto paga facendogli pubblicità.
Poi molti contenuti vengono filtrati e altri tolti subito se qualche major o altri reclamano…

Si Yotube dice che gli utenti debbono mettersi in regola?
Ma per favore, comodo no? Chi monetizza se un video di Jovanotti o di Canale 5 viene pubblicato? Il visitatore? O google?

leggi internazionali sul copyright : video youtube e Internet

Le leggi internazionali sul copyright dicono due concetti fondamentali anzi 3.

1. Chiunque ha il diritto di utilizzare materiale tutelato
2. Chi utilizza materiale tutelato deve chiedere il permesso
3. Chi utilizza e sfrutta economicamente il materiale deve pagare in base a determinate tariffe

Poi se il web su molti settori è terra di nessuno o far West o non si è in grado di controllare o non si vuole controllare il discorso è ben diverso.

Allora, perché non si cambiano o si fanno le leggi appropriate?

Facebook sta continuando a crescere sempre più nel traffico. E a noi Italiani piace in particolar modo (mi sembra addirittura tra i primi 5 paesi che usano facebook al mondo). L’Italia è il popolo dei cellulari, dei messaggini, del non-voto elettorale e di facebook. Nessuno è obbligato a iscriversi su facebook a tutti i costi, credo.
Tuttavia, a parte la curiosità, la moda e il passaparola, credo che facebook sia uno strumento di comunicazione molto valido e soprattutto semplice da usare.
Ce ne sono anche altri, comunque, di social network molto utili e divertenti.

Leggi il seguito di questo post »